Home > Solutori > Analisi statica
Analisi statica

Analisi statica

Statica lineare con solutore a matrici sparse e gestione multi-processore

Axis VM esegue il calcolo statico attraverso il metodo agli elementi finiti sulla base della linearità meccanica e geometrica, calcolando la risposta in termini di spostamenti e sollecitazioni con correlazione lineare al carico applicato. La linearità meccanica comprende l’ipotesi di comportamento lineare-elastico del materiale e di rigidezza degli elementi, e l’ipotesi di comportamento lineare degli elementi di collegamento e vincoli. Attraverso la linearità geometrica, si assume che gli spostamenti rimangano entro i limiti della teoria dei piccoli spostamenti.

GUARDA IL TUTORIAL

 

Analisi statica non lineare in controllo di forza/spostamento

Il solutore PNL (plastico non lineare) adotta il metodo a fibre come metodo di calcolo delle tensioni e deformazioni interne alla sezione. In questa analisi si tiene conto di elementi con un materiale con caratteristiche non lineari (elastiche o plastiche).
Nel caso di piastre e gusci, gli elementi vengono suddivisi da strati di pari spessore, attribuendo ad ogni strato le caratteristiche non lineari del materiale. Le sezioni ortogonali degli elementi lineari (travi e nervature) sono discretizzate, attribuendo ad ogni elemento della mesh le caratteristiche non lineari del materiale.

Axis VM - Analisi statica

 

Analisi statica non lineare per contatto

Axis VM consente la conduzione di analisi statiche la cui non linearità è dovuta al raggiungimento del contatto tra elementi, e quindi al trasferimento di sollecitazione, olte una certa soglia di deformazione

Axis VM - Analisi statica

 

Pushover

Axis VM permette di eseguire l'analisi Pushover, un’analisi statica non lineare che consente di determinare in maniera più accurata il livello di duttilità della struttura. L'utilizzo del livello di duttilità, tanto più realistico, permette di evitare un sovradimensionamento eccessivo dei carichi sismici di progetto.
L’analisi Pushover si basa su un tipo particolare di controllo dello spostamento che applica al modello un carico costante ed un carico parametrico, che viene aumentato in modo incrementale, modificando il modello passo dopo passo sulla scorta del comportamento non lineare delle cerniere plastiche all’estremità degli elementi.
Nel caso di strutture in acciaio, le cerniere plastiche sono determinate automaticamente sulla base delle caratteristiche geometriche e dei materiali.
Nel caso di strutture in c.a., le cerniere sono calcolate in automatico in funzione della geometria, delle proprietà meccaniche dei materiali e delle caratteristiche delle barre di armatura. In questo caso, è possibile modificare le funzioni Momento-Rotazione delle cerniere, personalizzandole e tenendo conto anche della eventuale presenza di rinforzi in materiali fibrorinforzati.
I risultati dell'analisi comprendono la rappresentazione grafica dello stato delle cerniere in ogni passo dell'analisi.

GUARDA IL TUTORIAL