Home > Software > AxisVM nuovo > Modellazione > Carichi > Casi e tipi di carico

Casi e tipi di carico

Nodale

GUARDA IL TUTORIAL

 

Concentrato su trave

GUARDA IL TUTORIAL

 

Concentrato su dominio

GUARDA IL TUTORIAL

 

Lineare

GUARDA IL TUTORIAL

 

Su bordo di elementi di superficie

GUARDA IL TUTORIAL

 

Lineare su dominio

GUARDA IL TUTORIAL

 

Distribuito uniforme e parziale

 

Difetto di lunghezza su elementi lineari

GUARDA IL TUTORIAL

 

Precompressione

I cavi possono essere assegnati a una serie di elementi trave o nervatura. Dopo aver definito le proprietà dei cavi e del processo di precompressione, Axis VM determina i carichi equivalenti per la fase finale di precompressione (casi di carico nome-T0).
Dopo avere completato l'analisi statica, si determinano i carichi equivalenti a lungo termine dal risultato delle combinazioni critiche (casi di carico nome-TI).

GUARDA IL TUTORIAL

Axis VM - Casi di carico

 

Termico lineare

GUARDA IL TUTORIAL

Axis VM - Casi di carico

 

Termico superficiale

GUARDA IL TUTORIAL

 

Spostamenti imposti

GUARDA IL TUTORIAL

 

Mobile lineare

I carichi mobili permettono la definizione di una massa costante che si sposta, come ad esempio un veicolo che attraversa un ponte, o un carrello gru in movimento. Per poter inserire i carichi mobili occorre definire precedentemente un caso di carico mobile. I casi di carico mobile vengono generati automaticamente in base al numero di passi impostati.

GUARDA IL TUTORIAL

 

Mobile superficiale

Axis VM - Casi di carico

GUARDA IL TUTORIAL

 

Linea d'influenza

GUARDA IL TUTORIAL

 

Sismico con spettro di progetto

I carichi sismici vengono presi in considerazione in base al metodo di analisi dello spettro di risposta.
Questo metodo richiede un numero calcolato in precedenza di frequenze di vibrazione senza tensione, e le forme modali corrispondenti.
Si possono applicare carichi equivalenti di tipo statico in base ai carichi verticali e all’analisi dinamica, secondo diverse normative comprendendo effetti torsionali, spostamenti, spostamenti relativi di piano e analisi del secondo ordine.

GUARDA IL TUTORIAL

Axis VM - Casi di carico

 

Carico sismico incrementale per analisi pushover

I carichi per l’analisi pushover sono generati sulla base dell’Eurocodice 8 (EN 1998-1: 2004) per impostazione predefinita.
È possibile creare dei casi di carico pushover, dove andranno specificati i parametri per la generazione di distribuzioni di carico, utili successivamente nelle analisi pushover. Questi possono essere rinominati e cancellati dalla finestra di dialogo dedicata ai Gruppi di carico.
I carichi possono essere generati solo dopo aver eseguito un'analisi modale, poiché la generazione di distribuzioni di carico utilizza frequenze di vibrazione libere e forme modali del modello. L'analisi Pushover fornisce risultati validi e realistici solo se il modello strutturale acquisisce le non linearità nella struttura. Questo è un compito difficile soprattutto per le strutture in cemento armato. Un approccio comune a questo problema è sviluppare modelli con plasticità concentrata: la deformazione plastica di ogni elemento è concentrata in un numero discreto di punti (cosiddette cerniere plastiche) lungo l'elemento.
La pratica corrente è quella di avere una cerniera in prossimità di ciascuna estremità dell'elemento. Sono stati studiati diversi tipi di cerniere plastiche, ma le più diffuse sono cerniere a flessione. Cerniere flessibili considerano la non linearità nel rapporto di rotazione del momento di flessione. Ogni cerniera è caratterizzata da un diagramma di rotazione momentanea che descrive la capacità di flessione dell'elemento a diversi livelli di rotazione.

GUARDA IL TUTORIAL

Axis VM - Casi di carico

 

Carichi equivalenti per effetti del secondo ordine

 

Masse aggiuntive

GUARDA IL TUTORIAL

 

INFORMAZIONI DOWNLOAD NTC 18 OFFERTE
CHIAMA: 800 236 245